Andrea Roncato, lo sregolato playboy della commedia italiana

Andrea Roncato è nato il 7 Marzo del 1947 a Bologna è spesso ritratto nelle sue numerose interviste come un attore comico, carismatico e soprattutto un vero donnaiolo, in una commistione tra carriera e vita privata. A caratterizzarlo fortemente, oltre alla sua presenza e personalità, è la sua voce, cadenzata di accento romagnolo.

Andrea Roncato spopola al cinema, famoso per essere il donnaiolo dai lunghi capelli ricci, scamiciato, che risponde di getto alle donne ed ha sempre la battuta pronta per gli uomini. Rutilante e pop, è un attore popolarissimo e assai commerciale che è passato alla storia della commedia all’italiana ma anche del cinema italiano in generale. Assieme all’amico e collega Gigi Sammarchi, infatti, ha lasciando un segno indelebile negli anni Ottanta.

Grazie all’incontro con Gigi Sammarchi ottenne i primi successi. Interpretava il ruolo della mamma, con l’immancabile vestaglia fuxia e con i ferri da maglia sempre in mano, dove raccontava al pubblico le sue disavventure con il marito e col figlio, interpretato per l’appunto da Sammarchi.

Dopo anni di gavetta e di esibizioni nei locali come cabarettisti e cantanti di pianobar – facevano parte anche del gruppo musicale I ragazzi della nebbia, nel 1977 debutta alla Rai con lo spettacolo legato alla Lotteria Italia “Io e la befana“, assieme a Raimondo Vianello e Sandra Mondaini.

Per quanto riguarda il cinema, tutto inizia negli anni Ottanta con “Qua la mano (1980) di Pasquale Festa Campanile. Il regista da quindi la possibilità a Roncato e Sammarchi di lavorare accanto a grandissimi personaggi dello spettacolo italiano come: Lilli Carati, Mario Carotenuto, Adriano Celentano, Philippe Leroy, Renzo Montagnani, Enrico Montesano e Adriana Russo.  

Lavora spesso con Christian De Sica, Massimo Boldi, Serena Grandi, Moana Pozzi e Gegia. Con quest’ultimo spesso interpreta personaggi stereotipati alla ricerca del rimorchio facile. Recita in alcuni film di Sergio Martino e di Carlo Vanzina, mentre nel 1984 sono le spalle comiche di Loretta Goggi in “Hello Goggi”. Sono presenti anche in vari show televisivi, tra cui “Premiatissima” con Johnny Dorelli e Ornella Muti. Insieme al duo comico Zuzzurro e Gaspare, veri nomi di Andrea Brambilla e Nino Formicola, conduce programmi tv come “Sabato al circo”, “Le cose buone della vita” e “20 anni”.
Non lascerà la commedia ma negli anni proverà anche l’esperienza di recitare in alcuni telefilm e serie televisive come ad esempio in Don Tonino ed i più recenti Carabinieri, Don Matteo ed in un episodio de L’Ispettore Coliandro.

Durante la sua lunga carriera lo ricordiamo in personaggi diventati poi cult come la parte di Loris Batacchi in “Fantozzi subisce ancora” e quella di Armando Bigotti ne “I Pompieri” entrambi per la regia di Neri Parenti, Andrea Bergonzoni ne “L’allenatore nel pallone accanto a Lino Banfi, Andrea Margheritoni in “Mezzo Destro Mezzo Sinistro” e tanti altri.

www.supercazzola.it

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *